Dipa Ma sulla quantità e qualità della pratica

Ep. 171 Riflessioni sulla quantità e qualità della pratica

Riflessioni sulla quantità e qualità della pratica, partendo da un insegnamento di Ajahn Jayasāro ed uno di Dipa Ma

30 Ottobre 2021

Queste riflessioni partono da due testi di grandi maestri, uno di Ajahn Jayasāro e uno di Dipa Ma. Sono serviti come base per riflettere sulla giusta quantità e qualità della pratica.

Con grande riconoscenza e rispetto ai due maestri.

Non è insolito che i meditanti sperimentino una profonda esperienza di  samādhi durante il​ loro primo ritiro. Per molti, questa è un’esperienza che cambia la vita: spesso scompaiono completamente i dubbi riguardo allo scopo e al valore della pratica di Dhamma, insieme a quelli relativi alla propria capacità di coglierne i frutti. Anche l’impegno nell’allenare la mente ne risulta considerevolmente rafforzato.

E, tuttavia, anche un fatto estremamente positivo come questo può avere i suoi inconvenienti. In seguito alcuni meditanti trascorrono​ diversi anni cercando di ricatturare quella prima, meravigliosa esperienza, ma senza successo. Diventa per loro un’ossessione che ostacola, piuttosto che favorire, la pratica. In circostanze particolari come nel caso di un primo ritiro di meditazione, un insieme​ di cause e condizioni può consentire di intravedere le profondità della mente. È una cosa per cui essere grati e da cui imparare. Ma ci vuole molto tempo per integrare queste intuizioni. Pazienza e coerenza sono fondamentali, come lo è l’aspirazione priva di attaccamento e aspettative.

Ajahn Jayasāro, “Nutrimento del Cuore” 26 Ottobre 2021

Fai quello che puoi

“Se sei un padrone di casa, hai abbastanza tempo,”
Dipa Ma mi ha detto:

“Molto presto la mattina, si possono prendere due ore per la meditazione.
In tarda serata, si possono prendere altre due ore per la meditazione. Imparare a dormire per sole quattro ore. Non c’è bisogno di dormire più di quattro ore.”

Da quel giorno in poi, ho ridotto la quantità di sonno. Vorrei meditare fino a mezzanotte a volte, o alzarmi presto la mattina alle due o tre e meditare. Dipa Ma ci ha detto che dovevamo rimanere in salute per poter continuare a praticare. Ha detto che osservare i cinque precetti ogni giorno mi avrebbe tenuto sano.

Pritimoyee Barua, dal gruppo Facebook “Dipa Ma

Riferimenti

Riflessioni sulla quantità e qualità della pratica registrate nel gruppo di meditazione di Terrapura il 29 ottobre 2021.

Foto di copertina: Dipa Ma mentre si inchina salutando dopo aver insegnato il suo primo ritiro a Insight Meditation Society nel 1980. Foto di Maria Monroe.

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This