Ep. 182 Riflessioni sul perdono

Riflessioni sul perdono e il perdonare, sull'esercitare la pazienza, l'accettazione e il perdono per non portare più pesi inutili e dannosi

11 Dicembre 2021

Il concetto che vogliamo esplorare, il perdono, non ha un esatto corrispettivo in lingua Pāli. Il termine che più ci si avvicina è Khanti, che si può tradurre come pazienza, tolleranza, accettazione e perdono.

Negli insegnamenti del Buddha, sviluppare questa capacità di lasciar andare, di tollerare e perdonare è molto importante. Ne ha parlato in molti insegnamenti, qui ne riportiamo uno preso dall’Anguttara Nikaya, la raccolta degli insegnamenti in progressione numerica, dove ogni capitolo corrisponde ad una lista del numero corrispondente; in questo caso è il capitolo cinque, quello delle liste di cinque elementi:

Mendicanti, ci sono questi cinque inconvenienti dell’intolleranza. Quali cinque? La maggior parte delle persone ti trova antipatico e non amabile. Sei crudele e pieno di rimorsi. Ti senti perso quando muori. E quando il tuo corpo finisce, dopo la morte, rinasci in un luogo di perdita, un brutto posto, il mondo sotterraneo, l’inferno. Questi sono i cinque inconvenienti dell’intolleranza.

Ci sono questi cinque vantaggi della tolleranza, del perdono. Quali cinque? La maggior parte delle persone ti trova simpatico e amabile. Non sei né crudele né pieno di rimorsi. Non ti senti perso quando muori. E quando il tuo corpo finisce, dopo la morte, rinasci in un buon posto, un regno celeste. Questi sono i cinque vantaggi della tolleranza.

AN 5.216 Dutiyaakkhantisutta, Intolleranza, dalla traduzione dal Pāli di Bhikkhu Sujato

Una delle ragioni più importanti per sviluppare khanti è lasciar andare i sentimenti di rimorso, i sensi di colpa, che non ci offrono la possibilità di agire su di noi e sul mondo, ma ci rendono soltanto più agitati e meno capaci di vedere lucidamente il mondo così com’è. Questo insegnamento, che può essere confuso con una certa passività, è al contrario un inno ad agire e fare del nostro meglio verso le altre persone e verso di noi.

A partire da questo testo proviamo ad analizzare perché questo tema può essere davvero significativo per la nostra vita, passando da una conoscenza razionale ad una pratica quotidiana orientata al non avere vincoli, blocchi, muri interni che rendono la nostra vita non autentica, la mente più agitata.

Referenze

Riflessioni sul perdono registrate nel gruppo di meditazione di Terrapura – Associazione Kalyanamitta il giorno 10dicembre 2021.

Foto di copertina di Avalokiteshvara, il bodhisattva della compassione.

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This