Martellare

Ep. 66 Riflessioni di Dharma sul martellare una pentola

Nella vita ci capita di essere come una pentola che viene martellata e ammaccata, altre volte siamo noi a farlo per rimetterla a posto

7 Novembre 2020

Terrapura: Meditazione, Mindfulness, Buddhismo
Ep. 66 Riflessioni di Dharma sul martellare una pentola
/

Cosa c’entra martellare una pentola con le “Riflessioni Filosofiche” di Ludwig Wittgenstein? Il filosofo ha avuto modo di osservare un aspetto importante di come chiamiamo le cose e di come, spesso, non le vediamo con chiarezza:

66. Considera, ad esempio, i processi che chiamiamo «giuochi». Intendo giuochi da scacchiera, giuochi di carte, giuochi di palla, gare sportive, e via discorrendo. Che cosa è comune a tutti questi giuochi? – Non dire: «Deve esserci qualcosa di comune a tutti, altrimenti non si chiamerebbero ‘giuochi’» – ma guarda se ci sia qualcosa di comune a tutti. – Infatti, se li osservi, non vedrai certamente qualche cosa che sia comune a tutti, ma vedrai somiglianze, parentele, e anzi ne vedrai tutta una serie.
Ludwig Wittgenstein. “Ricerche filosofiche”

Quel forte suggerimento di “guarda!” a cui ci invita Wittgenstein è l’invito a portare il faro della nostra consapevolezza, in Pali sati, su quello che sta effettivamente succedendo. Quando lo facciamo ci rendiamo conto che può accadere che vediamo le cose, gli eventi e addirittura le persone come se fossero una fotografia statica perdendoci il processo di continuo cambiamento. Così ci perdiamo quello che sta effettivamente accadendo, come il sorriso di una persona cara o la sua preoccupazione; e allo stesso modo spesso guardiamo noi stessi.

Si finisce così a distaccarci dalla realtà e a finire a martellare una pentola, e quella pentola siamo noi stessi. Bisognerà martellarla ancora, con più gentilezza, per ritrovarci, continuamente mutevoli come una statua di Balla, come la persona che siamo. E per farlo possiamo usare gli strumenti dell’Ottuplice Sentiero, quelli di sila, la moralità, di samadhi, la calma concentrata che permette di osservare in profondità, di pañña, la saggezza. Perché non cominciare, o continuare, proprio ora? 🙂

Riflessioni di Dharma registrate nel gruppo di meditazione il 6 novembre 2020.

Photo by Moritz Mentges on Unsplash

Ti potrebbe interessare…

Pin It on Pinterest

Share This