Monaci durante Magha Puja

Ep. 97 Riflessioni su Māgha Pūjā, festa del Sangha monastico

Riflessioni di Dharma su Māgha Pūjā, festa in onore del Sangha monastico buddhista e della continuità dell'insegnamento del Buddha

27 Febbraio 2021

Terrapura: Meditazione, Mindfulness, Buddhismo
Ep. 97 Riflessioni su Māgha Pūjā, festa del Sangha monastico
/

Durante la luna piena del terzo mese lunare (secondo il calendario buddhista), quest’anno capitata il 26 febbraio, si è tenuta la Māgha Pūjā, considerata la festa del Sangha monastico.

Riporto questo bel testo di Phra Payutto ripreso dalla pagina Facebook degli Amici del Santacittarama – Monastero Buddhista Theravādin:

«Celebrata per la prima volta [in Thailandia] circa un secolo fa durante il regno di Re Rama IV, è osservata per commemorare la Grande Assemblea dei discepoli del Buddha il nono mese dopo l’Illuminazione, in occasione della quale il Buddha espose l’Insegnamento Fondamentale o l’essenza del Buddhismo, noto come ovāda-pātimokkha. L’Assemblea fu contrassegnata da quattro eventi, e cioè:

* i 1250 monaci che formavano l’assemblea erano tutti Arahant (Venerabili, Perfetti) e avevano realizzato le sei conoscenze superiori;
* tutti loro erano stati direttamente ordinati dal Buddha;
* si riunirono tutti, contemporaneamente e spontaneamente, senza che fosse data istruzione o richiesta;
* era un giorno di luna piena (quello del mese di Māgha).» (Phra Payutto, Visions of the Dhamma)

L’ovāda-pātimokkha, che si trova nel Dhammapada ai versi 183-185, è ancora oggi cantato nei templi e monasteri, allo scopo di ricordare ai praticanti in modo sintetico gli elementi essenziali della disciplina:

[183] Non fare il male, coltivare il bene
purificare il cuore: questo è l’insegnamento dei Buddha.

[184] La paziente sopportazione è suprema ascesi,
il Nibbana è supremo, così dicono i Buddha.
Chi danneggia qualcuno non è un rinunciante,
non è asceta chi maltratta l’altro.

[185] Non disprezzo, non violenza, rinuncia in linea con la Disciplina,
moderazione nel cibo, dimorare nella solitudine,
impegno nella meditazione:
questo è l’insegnamento dei Buddha.

Dhammapada, versi 183-185

Nel podcast potrete trovare delle riflessioni su Māgha Pūjā e la continuità degli insegnamenti del Buddha.

Il sutta citato nelle riflessioni è il Dîghanaka Sutta, MN 74 (anche in inglese nella traduzione di Thanissaro Bhikkhu), dove si racconta il momento dell’illuminazione completa del grande monaco Sariputta.

Riflessioni di Dharma registrate nel gruppo di meditazione di Terrapura il 27 febbraio 2021.

Foto di Sadaham Yathra da Pexels

Ti potrebbe interessare…

Ep. 110 Riflessioni su samvega e pasāda

Ep. 110 Riflessioni su samvega e pasāda

Riflessioni su samvega e pasāda, l’urgenza spirituale e la serena confidenza che ci spingono a praticare sapendo che esiste una via d’uscita

Pin It on Pinterest

Share This